Diritti e doveri degli utenti

/Diritti e doveri degli utenti
Diritti e doveri degli utenti 2018-03-22T00:35:45+00:00

DIRITTI E DOVERI DEGLI UTENTI

Diritti in generale

Il Paziente ha il diritto di essere  assistito e curato con premura e attenzione, nel rispetto della  dignità umana  e  delle  proprie convinzioni  filosofiche  e religiose. In particolare, ha diritto  a essere  sempre  individuato con il proprio nome e cognome nei limiti imposti dal diritto alla privacy e di ottenere  dalla  struttura sanitaria   informazioni   relative  alle prestazioni  dalla stessa  erogate, alle modalità  di  accesso e  alle   relative  competenze.  Lo  stesso  ha  altresì il  diritto di poter  identificare   immediatamente le persone che lo curano, di ottenere  dal sanitario  che  lo  cura informazioni  complete e comprensibili in merito alla diagnosi della malattia,  alla terapia  proposta e alla relativa prognosi  e di ricevere informazioni che  gli  permettano  di  esprimere un  consenso effettivamente  informato prima di  essere  sottoposto  a   terapie o   interventi.

Diritto all’Informazione – Consenso Informato

Il diritto alla informazione sanitaria è una prerogativa essenziale dell’accesso alla prestazione stessa.  Ogni Paziente ha pertanto il Diritto di conoscere tutte le informazioni che riguardano la propria salute ed i rischi connessi alle prestazioni e trattamenti da erogare, i loro possibili effetti collaterali o eventuali complicanze, nonché  la possibilità di eseguire indagini e  trattamenti alternativi, anche se eseguibili in altre strutture. Egli ha inoltre diritto di proporre osservazioni in merito ad ogni aspetto della cura e, relativamente ai dati sulla propria malattia ed ogni altra circostanza che lo riguardi, che rimangano segreti.  A tal riguardo, ha il diritto di non far conoscere ai familiari il proprio stato di salute e pertanto, il sanitario, ove raggiunga il motivato convincimento dell’inopportunità di una  informazione diretta e salvo, appunto, espresso diniego del paziente, potrà fornirla ai familiari o a coloro che esercitano potestà tutoria.

Diritto alla Riservatezza

Il D. Lgs 196/2003, che ha abrogato la legge n. 675 del 31/12/1996, più conosciuto come legge sulla “privacy”, ha dettato norme ben precise sull’uso dei dati personali e di quelli sensibili (tra cui è compreso “ lo stato di salute” ).

All’atto della accettazione, l’Utente firma un modulo che autorizza il Centro Medico Sant’Anna al trattamento dei dati personali e sensibili esclusivamente per i fini istituzionali (rapporti con Ministero della Salute, Aziende Sanitarie, Agenzia di Sanità Pubblica), nel totale rispetto di quanto stabilito dalla Legge, che prevede la possibilità di non far comunicare ad altre persone, da parte degli operatori, la presenza del Paziente presso la struttura.

I dati personali degli Utenti non potranno avere altro utilizzo al di fuori di quanto sopra riportato  e il personale della Struttura è tenuto alla riservatezza circa le attività del Centro Medico Sant’Anna e l’identità dei clienti, nonché al rispetto del segreto d’ufficio per quanto riguarda gli esami diagnostici eseguiti su di essi.

A tale scopo:

  • l’accesso all’archivio dei pazienti è consentito solo al personale responsabile;
  • si fa divieto assoluto al personale di divulgare notizie e/o informazioni apprese nel Centro Medico Sant’Anna;
  • si fa divieto di fornire telefonicamente informazioni sull’esito degli esami;
  • si fa divieto di consegnare il risultato di esami a qualsiasi persona che non sia stata preventivamente autorizzata con delega scritta dal paziente.

Doveri degli Utenti

Accedendo alla Struttura, il Paziente/Utente del Centro Medico Sant’Anna manifesta la volontà di stabilire un rapporto  di fiducia e  di  rispetto  con  il suo Personale Sanitario,  presupposto  indispensabile per l’impostazione di un  corretto programma terapeutico e assistenziale.  Conseguentemente:

  • è fatto divieto agli Utenti ed ai loro familiari, di interferire con il personale sanitario per quanto concerne le modalità di assistenza. Eventuali gravi disservizi che dovessero verificarsi tra Utenti e personale sanitario o tra personale sanitario e parenti, devono essere segnalati tempestivamente ed esclusivamente alla Direzione Sanitaria nei termini e modi indicati al successivo punto 2 (RECLAMI);
  • bisogna tenere  un comportamento  responsabile in ogni momento, nel rispetto e nella  comprensione dei  diritti degli altri Pazienti, con la volontà di collaborare con il personale medico, infermieristico, tecnico e con la Direzione Sanitaria della Struttura;
  • ogni Paziente è tenuto ad informare tempestivamente  i Sanitari sulla propria intenzione  di  rinunciare,  a  cure   e  prestazioni sanitarie  programmate  affinché possano  essere evitati  sprechi  di tempi e risorse;
  • vanno rispettati gli ambienti, le attrezzature e gli arredi che si trovano all’interno  dello Centro Medico;
  • è vietato fumare, usare apparecchiature a fiamma libera e qualsiasi altra apparecchiatura elettrica, se non preventivamente autorizzato. A tale riguardo, ;
  • la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs.81/08), impone che l’accesso alle sale operative del Centro sia consentito solo ed esclusivamente ai Pazienti (in casi particolari, da valutare singolarmente, potrebbe essere consentita la presenza di un familiare);
  • per il buon andamento dell’assistenza è importante il rispetto degli orari di accesso e dell’organizzazione ed è pertanto preciso dovere del Paziente informarsi preventivamente al riguardo, gli apparecchi telefonici devono essere effettuato in modo da non recare disturbo agli altri Utenti;
  • è opportuno  che  i Pazienti si  spostino  all’interno del Centro  utilizzando i percorsi  riservati a essi, raggiungendo  direttamente  le  sale operative  di  loro stretto interesse.
  • le donne che non sono in quiescenza ormonale hanno il dovere di sottoscrivere una dichiarazione di non stato di gravidanza.